Il Manuale della levigatura

Come scegliere l’abrasivo? Come scegliere la levigatrice e la spazzolatrice? Quali sono i parametri per scegliere correttamente un ciclo di levigatura? Quali sono i principali difetti di levigatura e i modi per evitarli? Quali sono i metodi per lavorare in sicurezza e per aspirare la polvere di levigatura? Come si calcolano i costi di gestione nella levigatura?

Finalmente una risposta a tutti i tuoi dubbi!

“Guarda, sulla strada ci saranno un centinaio di persone. Quante saranno, secondo te, quelle intelligenti? Sette, otto? Noi lavoriamo per le altre 92″ (Mr. Barnum, passato alla storia come creatore dell’omonimo circo, ma che nella vita ha fatto anche il giornalista e l’imprenditore)
Questo famoso dialogo tra Mr. Barnum e un dirigente che gestiva un grande magazzino di sua proprietà, sintetizza bene una filosofia commerciale molto seguita nel nostro settore, applicata con zelo anche da molte riviste tecniche.
L’imparzialità e l’indipendenza sono particolarmente difficili da sostenere per il mondo dell’editoria tecnica che, inutile nasconderlo, vive soprattutto degli introiti provenienti dalle inserzioni pubblicitarie. Ma se si vogliono riportare al centro dell’attenzione le esigenze del consumatore finale, bisogna ridurre le “sviolinate” a favore del tal prodotto e della tal azienda, sviluppando forme di comunicazione chiare e competenti, in cui i fatti siano chiaramente distinti dalla pubblicità.
Dal canto loro, i fornitori di prodotti, apparecchiature e impianti per la levigatura, se vogliono crescere in un mercato sempre più competitivo, devono mettere in secondo piano la strategia commerciale della “pacca sulle spalle” dei clienti, che diventano sempre più attenti e diffidenti, puntando invece con decisione sulla trasparenza e la completezza dei dati prestazionali e ambientali di ciò che vendono.
Se lasciamo da parte le questioni etiche, che sembrano essere sempre meno interessanti nella società del terzo millennio, e ci concentriamo solo sull’analisi del profitto, sembrerebbe che la strategia di vendita di Mr. Barnum, rivolta al 92% dei potenziali clienti, sia sicuramente vincente.
Purtroppo però (per i venditori di fumo e di illusioni) vendere in questo modo è molto più facile, per cui il numero di concorrenti su questa fascia di mercato è elevatissimo e quindi i margini di profitto diventano sempre più bassi.
Tra l’altro, per vendere un abrasivo o una levigatrice a un “cretino”, non è necessario avere un prodotto buono: è sufficiente proporlo a un prezzo un po’ più basso (strategia commerciale semplice e praticabile da chiunque sia dotato di un quoziente d’intelligenza minimo…).
Per vendere un buon prodotto bisogna invece avere di fronte un cliente intelligente, capace di valutare le prestazioni (tecniche, economiche ed ambientali) di ciò che acquista: ecco perchè chi vende pessimi prodotti preferisce avere clienti poco informati!
Questo manuale è stato scritto nella convinzione che, contrariamente a quanto pensava Mr. Barnum, le persone intelligenti sono ben di più del 7-8% e in continua crescita: noi stiamo operando affinchè le persone informate diventino il 92% (alla faccia di tutti i Barnum di questo mondo, ai quali lasceremo volentieri l’8%!).

Pierluigi Offredi

Comments are closed.



Abrasivi Depurazione aria Diluenti Distillatori Filtri Forni Impianti e cabine Impregnanti Levigatrici Materie prime Robot di verniciatura Tinte e coloranti Vernici ignifughe Vernici liquide Vernici per parquet Verniciatori c/terzi